Approfondimenti economici finanziari a cura di Spigarelli Mariano
Mariano Spigarelli dottore Commercialista

Seguici sui social network:

Twitter Facebook Google+ LinkedIn

Contributi ed IVA

27 Gen2012

Nel momento in cui un’azienda riceve contributi da un Ente pubblico nasce il problema dell’applicabilità o meno dell’IVA a tali contribuzioni. Si sa che il presupposto per l’applicabilità dell’IVA, è l’effettuazione di cessioni di beni o la prestazione di servizi. Si sa inoltre che, nella definizione di prestazione di servizio, il legislatore ha ricompreso anche le obbligazioni di fare, di non fare e di permettere quale ne sia la fonte. Emerge quindi con evidenza, la necessità di verificare se a fronte delle contribuzioni erogate da Enti pubblici possano essere rinvenuti i caratteri propri di un’obbligazione di fare da parte del soggetto che riceve il contributo, obbligazione che farebbe sorgere il cosiddetto nesso sinallagmatico dal quale scaturirebbe il presupposto per l’applicabilità dell’IVA. Fatta tale premessa, si rende necessario procedere ad esaminare, caso per caso, l’esistenza o meno del nesso sinallagmatico, leggendo attentamente il provvedimento che disciplina i requisiti e le modalità di erogazione del contributo medesimo da parte dell’Ente. Con riferimento ai contributi di cui all’art. 19, comma 2, della legge 11 febbraio 1994 n. 109 (cosiddetta legge “Merloni”) ricevuti in qualità di concessionaria incaricata della realizzazione di un complesso ospedaliero, l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto l’imponibilità ad IVA delle contribuzioni erogate, in quanto è stato per l’appunto rinvenuto un nesso sinallagmatico tra prestazione specifica, nella fattispecie realizzazione dell’opera, e contribuzione medesima (Ris. Agenzia Entrate 16/2/2005 n. 21/E). In relazione invece al trattamento dei contributi erogati nell’ambito di un programma comunitario di sovvenzione globale integrata per lo sviluppo economico, l’Agenzia delle Entrate ha riconosciuto la natura di contributo in conto capitale, quindi la non assoggettabilità ad IVA, delle somme erogate da una Regione ad un Consorzio e dallo stesso gestite in parte per erogare contribuzioni a propri consorziati ed in parte per attuare il programma di cui al bando di gara (Ris. Agenzia Entrate 24/4/2001 n. 54/E/2001/69171.

Commenta l'articolo

Nome:

Email:

Commento:

Premi invio per andare a capo!
L'indirizzo email sarà visibile soltanto agli amministratori.

Invia