Approfondimenti economici finanziari a cura di Spigarelli Mariano
Mariano Spigarelli dottore Commercialista

Seguici sui social network:

Twitter Facebook Google+ LinkedIn

Responsabilità solidale e contratto di subfornitura

08 Mag2013

Quesito:

A seguito dell'entrata in vigore del Dl 83/2012, che ha introdotto la "responsabilità solidale" nei contratti di appalto, stiamo valutando di applicare la tipologia di contratto di "subfornitura" disciplinato dalla L. 192 del 18-06-98, in alternativa al contratto di appalto.

Il nostro sistema produttivo è impostato come segue. Acquisiti gli ordinativi dai nostri clienti, si procede all'acquisto di tessuti ed accessori che vengono inviati in lavorazione presso terzi.

La prima fase di lavorazione esterna è la confezione eseguita da appositi laboratori che, a volte, affidano specifiche lavorazioni a terzi.

La seconda fase di lavorazione consiste nella tintoria e lavanderia fatta sempre da appositi laboratori.

La merce viene inviata per nostro conto e su nostre indicazione da chi ha eseguito la confezione, il committente rimane sempre la nostra azienda.

La terza fase di lavorazione normalmente riguarda la stireria e il confezionamento per la spedizione finale.

La merce normalmente rientra in sede per gli ultimi controlli e viene spedita al destinatario finale.

Chiaramente ogni fase è ordinata con apposite commesse di lavoro specificando di volta in volta tipologia di lavoro, tempi di lavorazione.

Gli importi unitari per ogni lavorazione vengono normalmente determinati ad inizio stagione. In ogni fase di lavoro viene controllato lo standard qualitativo da personale diretto.

Riteniamo che l'iter produttivo sopra evidenziato rientri nella tipologia contrattuale di subfornitura e non in quella di appalto.

Potreste per cortesia verificare se è giusta l'interpretazione e se non ci sono implicazioni con il Dl 83/2012?

Risposta:

Nella circolare n. 2/E, del 1 marzo 2013, di Agenzia delle Entrate, viene espressamente detto che è escluso dalla disciplina della responsabilità di cui al D.L. 83/2012, il contratto di subfornitura di cui alla legge 18 giugno 1998 n. 192.

L'art. 1 - Definizione - comma 1, di tal'ultima legge recita: "Con il contratto di subfornitura un imprenditore si impegna a effettuare per conto di una impresa committente lavorazioni su prodotti semilavorati o su materie prime forniti dalla committente medesima, o si impegna a fornire all'impresa prodotti o servizi destinati ad essere incorporati o comunque ad essere utilizzati nell'ambito dell'attività economica del committente o nella produzione di un bene complesso, in conformità a progetti esecutivi, conoscenze tecniche e tecnologiche, modelli o prototipi forniti dall'impresa."

Le varie lavorazioni di cui sopra, evidenziate dall'azienda, sembrerebbero rientrare tutte in quelle di cui al citato comma 1, art. 1, della legge in materia di subfornitura, permettendo al committente, che ovviamente dovrà rispettare le varie disposizioni della suddetta legge, di non rientrare nella disciplina in materia di responsabilità di cui al D.L. 83/2012.

Commenta l'articolo

Nome:

Email:

Commento:

Premi invio per andare a capo!
L'indirizzo email sarà visibile soltanto agli amministratori.

Invia