Approfondimenti economici finanziari a cura di Spigarelli Mariano
Mariano Spigarelli dottore Commercialista

Seguici sui social network:

Twitter Facebook Google+ LinkedIn

Tax free shop

04 Set2018

Dal 1 settembre 2018 si applica la fatturazione elettronica per le cessioni di beni "Tax free shop" di cui all’art. 38-quater del D.P.R. 633/72, e precisamente cessione di beni di valore superiore a 155 euro, ai cosiddetti viaggiatori stranieri, extra-comunitari, destinati all’uso personale o familiare, da trasportarsi nei bagagli personali fuori del territorio doganale dell’Unione europea.

La condizione per l'applicazione del cosiddetto sistema "tax-fee" è che i beni siano trasportati fuori della Comunità entro il terzo mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

La fatturazione elettronica per le suddette cessioni è regolata da disposizioni e procedure diverse da quelle previste per la e-fattura generale, che la Legge n. 205/2017 ha rinviato obbligatoriamente al 1° gennaio 2019.

Per la corretta gestione della fattura elettronica di cui al "Tax free shop" è necessario avvalersi dei servizi offerti dal sistema OTELLO (Online Tax refund at Exit: Light Lane Optimization) dell’Agenzia delle Dogane, per cui si rinvia gli interessati al link www.adm.gov.it/portale/ dove è possibile trovare le istruzioni operative.

In modo particolare, accedendo a tale link si accede alla sezione “modalità di accesso ai servizi”, nella quale vengono fornite indicazioni per accedere al servizio in modalità diretta o in modalità indiretta e quindi tramite un intermediario.

Il sistema OTELLO 2.0 digitalizza in sostanza il procedimento per ottenere il “visto doganale” di uscita della merce dal territorio comunitario, da apporre sulla fattura per avere diritto allo sgravio diretto o al rimborso successivo dell’IVA sui beni acquistati in Italia da soggetti domiciliati o residenti fuori dalla UE.

OTELLO, colloquiando attraverso messaggi XML scambiati via web service in tempo reale con gli attori del processo, favorisce, oltre alla riduzione delle code per ottenere il visto doganale, l’efficacia e l’efficienza dei controlli, basandoli sull’analisi del rischio che tiene conto delle caratteristiche oggettive e soggettive delle richieste di rimborso/sgravio.

OTELLO controlla la completezza e la correttezza dei dati trasmessi, effettua l’analisi dei rischi, automatizzata e invia in risposta il canale di controllo selezionato.

Commenta l'articolo

Nome:

Email:

Commento:

Premi invio per andare a capo!
L'indirizzo email sarà visibile soltanto agli amministratori.

Invia